CheMangio.eu

Scopri le Aziende che sostengono il sistema informativo. Clicca quì

NOTIZIE IN EVIDENZA  

Vai alla pagina

Leggi le informazioni che riguardano i veleni che le grandi corporation usano senza controllo.

ALLARMI ALIMENTARI  

Vai alla pagina

Guarda il video dove un Oncologo ci spiega quale è la connessione fra cibo e salute.

VIDEO IN EVIDENZA  

Vai alla pagina

Guarda il video dove le immagini ci mostrano la relatà dietro uno dei prodotti che ha più mercato nella nostra penisola.

VIDEO IN EVIDENZA  

Vai alla pagina

Guarda il video dove le immagini ci mostrano la relatà dietro uno dei prodotti che ha più mercato nella nostra penisola.

CONSIGLI UTILI  

  CheMangio.eu

Cookie Police

BLOG
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il frutto più chimico.

Pubblicato da in videonews ·
Tags: pesticidiecoltivazionidibananefruttochimico
Le immagini e le informazioni di questo post vogliono stimolare gli individui a interrogarsi su come sia possibile, in una nazione che investe milioni di € in infrastrutture per la sicurezza Alimentare, che queste informazioni sui trattamenti Agricoli passino inosservate.

In una Società Civile, per essere così definita correttamente, nelle scuole primarie avrebbe tempo dedicato all'Alimentazione con informazioni scientifiche.
La nostra pseudo Società Civile genera solo Malattie e Disinformazione.


          
In Sud America, quando ci si riferisce alle Banane, si usa il termine “ fruto químico” e non a caso.
Con numeri di importazioni in continuo aumento il mercato di questo alimento è un grande business da miliardi di dollari all'anno e, come ogni grosso business, intorno si formano lobby che sfruttano territorio e manodopera  fino a che è possibile per poi spostarsi in nuovi territori.
Nel video potrete vedere uno squarcio di come i tre grossi importatori di questo alimento si comportano nei confronti di territorio e manodopera.





Esiste un metodo per acquistare le banane sicure sotto il profilo dell' eco-sostenibilità ?
Sì, Agro Fair con il marchio Okè garantisce che i produttori abbiano abbastanza per vivere dignitosamente e garantiscono un uso di pesticidi regolamentato.



5 consigli per togliere i pesticidi da tavola

Ma come tutelarsi dall'assunzione di queste sostanze?  
Ci sono alcuni piccoli accorgimenti che possiamo mettere in pratica.

1. Se possibile acquistate cibo proveniente da agricoltura organica: si trovano nella maggior parte dei supermercati e provengono da coltivazioni in cui non dovrebbero essere utilizzati pesticidi e fertilizzanti chimici. Certo in tempi di incertezza economica come questi non è un consiglio sempre facile da seguire, ma potreste scoprire che non lontano da casa esiste un coltivatore locale di fiducia o iscrivervi, per contenere le spese, a un gruppo di acquisto solidale.

2. Lavate attentamente frutta e verdura con acqua e bicarbonato: non servirà a rimuovere tutti i pesticidi, ma aiuta.

3. Sbucciate gli alimenti prima del consumo: a parte i pesticidi sistemici, che attraversano la buccia e penetrano all'interno della polpa degli ortaggi, la maggior parte degli interferenti rimane concentrato sulla scorza esterna.

4. Cercate di privilegiare gli alimenti meno contaminati.

5. Dove possibile, coltivate qualcosa nel vostro orto, in giardino o nei vasi sul balcone. Spesso, per questioni di spazio, dovrete accontentarvi di modesti risultati, ma potete sempre scegliere di far crescere da soli e in condizioni controllate gli ortaggi che solitamente contengono più tracce di pesticidi, così avrete un problema in meno da risolvere.
Ad aiutarci nella giungla di regole ed accortezze è anche la tecnologia: una nuova app per iPad e iPhone, con il rispettivo sito (whatsonmyfood.org, "Che cosa c'è nel mio cibo") permette di sapere se gli alimenti che consumiamo sono più o meno ricchi di pesticidi. Naturalmente l'applicazione non analizza la singola confezione acquistata al supermercato, ma fornisce indicazioni di base su un particolare tipo di cibo. Promossa dal gruppo PAN (Pesticide Action Network), la app è disponibile al momento solo in lingua inglese.

Continua all'articolo successivo.
                         



Torna ai contenuti | Torna al menu

Iscriviti alla News Letter per ricevere le Ultime notizie su Alimenti e Salute!  

Supporto Segnala Commenti Contatti Partner Chi-siamo Disclaimer Attiviamoci
w3c-html5 Aiutaci A Migliorare

site design / logo / property © 2017_ Comunicando di D'arcangelo, © 2017_ CHE MANGIO.